VIEL DEL PAN

Torna alle gite

Descrizione

Molte delle antiche piste di commerci e migrazioni delle nostre montagne, presenti già nelle più vecchie carte topografiche, son diventate negli anni semplicemente delle strade asfaltate. Poche e solo a tratti hanno mantenuto caratteristiche e frequentazione dell’originario cammino. Di questi sentieri il più famoso in area dolomitica è senza dubbio il cosiddetto Viel del Pan, sui fianchi meridionali della dorsale del Padòn. Costituisce la parte residua di un lungo percorso utilizzato un tempo per il trasporto di merci, vettovaglie e farina da pane dall’Agordino alla Val Gardena e alle valli dell’Isarco. Da qui verrebbe il nome, appunto “via del pane”, che tuttavia alcuni studiosi di cose fassane considerano invece come un’alterazione di paiàn (pagano). Quindi un altro “sentiero dei pagani”, denominazione che, almeno in Dolomiti, non ha necessariamente a che vedere con la cristianizzazione, ma sta piuttosto ad indicare un percorso sentito genericamente come molto antico. Alla fine dell’Ottocento il Viel del Pan era in totale abbandono e fu solo grazie a Karl Bindel, presidente della sezione di Bamberga del Döav, che il sentiero fu ricostruito e fatto conoscere. Per questo motivo ai tedeschi è più noto come Bindelweg. Facile e, nel senso proposto, prevalentemente in discesa, costituisce una splendida balconata dalla quale ammirare il maestoso versante glaciale della Marmolada.

Dettagli gita

30/07/2014
Seniores
Carlo Grazian e Franco Zanoni
E (Escursionistica)
ore 5 - m 250