TREK AL CAMPOBASE DEL KANGCHENJUNGA

Torna alle gite

Descrizione

All’estremità orientale del Nepal, ai confini con lo stato del Sikkim (India) e col Tibet,  s’innalza una catena di poderose montagne, tra le più alte della catena himalayana, con molte cime sopra i 7000 metri e, fra queste, la terza montagna più alta della terra: il Kangchenjunga (m 8598), che dà il nome all’intera catena.

Il trek che conduce ai 5150 metri del campo base di questo colosso himalayano è fra i più lunghi del Nepal. Dall’ambiente subtropicale  del villaggio di Basantipur, raggiunto con una giornata di bus da Kathmandu, si risale la valle del fiume Tamur fino ai ghiacciai del versante nord della montagna. Segue la traversata del Passo Lapsang-La e la deviazione al campo base del versante sud, sul ghiacciaio Yalung, prima di percorrere la via del ritorno lungo la valle del fiume Simbua e i numerosi villaggi del suo crinale sinistro che accompagnano al punto di partenza.

Per tutto il trek non s’incontrano lodges ma il fascino sta proprio nell’isolamento della regione, ancora poco toccata dal turismo, con villaggi e popolazioni ancora fermi nei loro ritmi e abitudini di vita, altrove ormai scomparsi.

L’ambiente naturale, racchiuso nella severa cornice delle grandi montagne himalayane, è assolutamente singolare, sia esso di giungla pluviale o foresta d’altura,  successione di terrazzamenti coltivati o alpeggi ai piedi dei grandi ghiacciai.

Al termine del trek, breve soggiorno a Kathmandu per la visita dei principali luoghi e monumenti della città.   

Dettagli gita

32 giorni
13/10/2010 -> 13/11/2010
Escursionistica
Adriano Sinico e Alessandro Brutti.
EE (Escursionistica esperti)