TRA LE CONTRADE DI SAN MAURO DI SALINE

Torna alle gite

Descrizione

San Mauro, “…detto di Saline per le pietre focaie, in dialetto assaline, di cui v’ha copia in quei monti e le quali per gli acciarini dei vecchi fucili raccoglievansi e smerciavansi in quantità…”, sta in posizione soleggiata sulla dorsale che divide il Vajo di Squaranto dalla media Val di Illasi, nella Lessinia orientale. Deve il suo nome al 27° vescovo di Verona, San Mauro, che si dice qui si ritirasse a vita eremitica, solo due anni dopo la sua nomina a vescovo. A lui era inizialmente dedicata la bella chiesa romanica della fine del Trecento, che sorge nella pineta del Monte San Moro, in seguito legata, probabilmente dai coloni “cimbri”, al culto di San Leonardo, guaritore dei mal di testa oltre che protettore dei carrettieri e dei viandanti. Non a caso, visto che la località è attraversata da una delle più antiche e note vie di transumanza per la Lessinia. Ripercorrendo un breve tratto di questa Via Cara, tra prati già fioriti di bucaneve e crochi e vecchie, deserte contrade, una breve e piacevole passeggiata d’inizio stagione.

Dettagli gita

16/03/2011
Seniores
dalla Chiesa di San Mauro di Saline
Armando Capuzzo, Maria Pia Ferron e Giuseppe Golia
E (Escursionistica)
ore 3.30; m 200