SULLE COSTE DELL’ANGLONE

Torna alle gite

Descrizione

Negli anni immdiatamente precedenti la grande guerra, per salire a far legna alle ripide Coste dell’Anglone, sospese sulla Val del Sarca, i soldati austriaci della guarnigione di Riva realizzarono sulla verticale parete sopra Ceniga un ardito sentiero, con l’ausilio di due grandi scale in ferro, gli “scaloni”. Già allora e da tempo invece il “senter de l’Angiòm”, un tortuoso percorso tra le rocce a picco sugli uliveti del fondovalle, permetteva ai contadini di Dro di portar su col secchio l’acqua del Sarca ad irrigare poveri campi di patate, ritagliati nella boscaglia. Il sentiero, che corre spesso sull’orlo e nelle fratture di una vecchia frana, unico punto debole della parete, reca ancora il segno della fatica e del pericolo: qualche gradino sistemato qua e là e, nei punti più esposti, degli appigli, delle “acquasantiere”, scavati nella roccia per non scivolare. Recentemente è stato risistemato con qualche gradino in più e qualche tratto di corda fissa. Nel 2007 sulle lisce placconate messe a nudo dalla frana sono state identificate impronte pietrificate di dinosauro, le più sorprendenti del Trentino per numero e varietà delle tracce. Unire i due sentieri,  per la gran parte al sole ed aperti a suggestivi scorci sulla valle e i monti del Sarca, offre l’occasione per una facile, varia e panoramica escursione primaverile.

Dettagli gita

30/03/2011
Seniores
da Cengia, pochi km da Arco, lungo la strada della val del Sarca
Giancarlo Murari, Natalino Renso e Sergio Grigoletti
EE (Escursionistica esperti)
ore 5; m 400