SULLA VIA FRANCIGENA

Torna alle gite

Descrizione

Con la caduta dell’impero Romano e le invasioni barbariche le strade consolari decaddero a tal punto da divenire quasi inagibili, rendendo necessaria l’apertura di nuove vie di comunicazione. I Longobardi, all’apogeo della loro potenza nella penisola, crearono allora la “Via del Monte Bardone”, un percorso che scavalcava l’Appennino al Passo della Cisa, alternativo a quelli controllati dai Bizantini. Quando l’Italia settentrionale passò sotto il dominio dei Franchi la Via del Monte Bardone venne prolungata fino al Mare del Nord; nacque così la Via Francigena che rappresenta non tanto un’unica strada ma la confluenza e l’intreccio di strade diverse che univano Roma ai più remoti territori dei Franchi. Il primo a descrivere con sufficiente precisione la Francigena è Sigerico, che nel 990 la percorse per recarsi a Roma e ricevere dal pontefice l’investitura ad arcivescovo di Canterbury.

Dettagli gita

4 giorni
22/05/2007 -> 25/05/2007
Escursionistica
Armando Capuzzo, Vanio Piva e Roberto Baschera
T/E (T/E)