SUI SENTIERI DELLA VAL ROYA

Torna alle gite

Descrizione

La Val Roya scende dal Col di Tenda al mar Ligure di Ventimiglia, profondamente incuneata tra i monti, specie nel tratto delle Gole di Saòrgio. Lungo la valle, oltre al fiume e alla strada statale, corre una ferrovia d’altri tempi, con molti viadotti e gallerie, che collega Cuneo a Ventimiglia, con una diramazione per Nizza. A seguito dell’ultimo conflitto mondiale la parte superiore e quella mediana della valle sono divenute territorio francese e così la storica e piccola linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia, riattivata solo dal 1979, è diventata “linea internazionale”, dove però i treni viaggiano lenti ma affascinanti, su un unico binario che impone lunghe attese alle stazioni per le inevitabili precedenze. La valle è anche percorsa da un itinerario pedestre che corre in alto, lungo sentieri e mulattiere, tra gole, valloni boscosi, pareti calcaree, pinete, castagneti e uliveti, coltivi e villaggi, immersi nell’atmosfera luminosa e dolce che annuncia il vicino Mediterraneo. Viaggio di andata e ritorno da Verona in treno. Soggiorno a Saorgio, presso il “Gîte d’étape de Bergiron”. Trasferimenti giornalieri in Val Roya con il treno.

Dettagli gita

4 giorni
25/10/2007 -> 28/10/2007
Escursionistica
Fabio Veronese e Alessandro Brutti
E (Escursionistica)
1° giorno: Ore 2,30; m 300. 2° giorno: Ore 7,30; m 550 (950). 3° giorno:Ore 6. 4° giorno:Ore 5; m 400.