STRAHLHORN (m 4190)

Torna alle gite

Descrizione

 A nord del massiccio del Monte Rosa, tra le valli di Zermatt e Saas, si stacca dal confine l’importante contrafforte montuoso costituito dalla cima dello Strahlhorn e dalla successiva catena dei Mischabel. Sopra vasti bacini glaciali si allineano imponenti montagne, di cui ben 11 superano i 4000 metri. È la maggior concentrazione di quattromila delle Alpi. Per la comodità degli accessi, la vastità dei ghiacciai e la bellezza del giro d’orizzonte, ripeschiamo dai programmi delle scorse stagioni (sarà il terzo tentativo in quattro anni) questo classico itinerario d’alta quota che raggiunge lo Strahlhorn, una delle cime più panoramiche e frequentate di questo settore della catena alpina. Montagna massiccia e splendente, (il toponimo tradotto in italiano corrisponde appunto a “corno fulgente”), ricoperta per l’intero versante settentrionale da un esteso ghiacciaio, si presenta come ideale per lo scialpinismo primaverile. Soprattutto vorremmo proporre, se le condizioni stavolta lo permetteranno, la lunga, solitaria, impegnativa, entusiasmante discesa che dal bacino dell’Allalingletscher, proprio sotto la Britanniahütte, cala fino alle rive del lago artificiale di Mattmark, duemila metri più in basso.

Dettagli gita

3 giorni
10/05/2013 -> 12/05/2013
Scialpinistica
Paolo Benvenuti e Andrea Quaini.
OSA (OSA)