SENTIERO “ANGELO BORGHETTI”

Torna alle gite

Descrizione

Nelle calde giornate estive molti veronesi trovano refrigerio nella fresca Foresta Demaniale di Giazza, autentico polmone verde della nostra provincia, divenuta Riserva Regionale dal 1971. Pochi sanno invece che il sentiero che si inoltra nel cuore della Foresta, risalendo dai pressi del Rifugio Boschetto la sinistra orografica della Val di Revolto fino all’Alpe di Campobrun, è dedicato ad Angelo Borghetti, l’Ispettore Forestale che agli inizi del secolo scorso fu l’artefice principale della creazione della Foresta e riuscì nella difficile impresa di coinvolgere autorità italiane e austriache nella sistemazione idrogeologica e piantumazione dell’intera area, proprio negli anni immediatamente precedenti la Grande Guerra (il confine di Stato passava allora nel mezzo della attuale Foresta Demaniale). Chi frequenta abitualmente questo bel sentiero, sapientemente tracciato, sa sicuramente di poter incontrare, oltre alla proverbiale frescura, anche particolari associazioni floristiche tra vegetazione tipica dell’arco alpino e quella caratteristica delle quote inferiori specie nelle vicinanze degli Orti Forestali. Il periodo di tarda primavera e la compagnia dell’amico Giuseppe Toniello di Recoaro, appassionato conoscitore della flora dei nostri monti, sono l’occasione per dedicarsi all’osservazione della ricchissima fioritura. La gita è perciò particolarmente rivolta a coloro che sono interessati alla conoscenza ed osservazione della flora dei nostri monti.

Dettagli gita

14/06/2006
Escursionistica
dal ponte sulla Val di Revolto, 5 km oltre l'abitato di Giazza.
Carolina Tonello, Claudio Tubini e Raffaello Zandonà.
E (Escursionistica)
ore 4; m 650.