SASSO BIANCO (m 2407)

Torna alle gite

Descrizione

 Ultimo importante rilievo del sottogruppo sudorientale della Marmolada nel suo lento allungarsi verso Alleghe, il Sasso Bianco domina le frazioni dell’alto Agordino con un ripido versante di bosco, che in alto dirada in ampie praterie. Sul lato opposto, un’imponente parete di roccia chiara, da cui il nome della montagna, precipita sulla Val Pettorina.

Dell’immenso panorama di vetta basti quanto scrisse la viaggiatrice inglese Amelia B. Edwards, che raggiunse la cima in una domenica di luglio del 1872, mentre a Rocca Pietore ricorreva la sagra di Santa Maria Maddalena. Bellissimi i boschi e gli antichi tabià, interessante, per certe particolarità architettoniche, l’antico borgo minerario di Bramezza, oggi abbandonato. Nel 1571, dopo la battaglia di Lepanto la Repubblica di Venezia vi trasferì dei prigionieri di guerra turchi, da far lavorare nelle miniere di pirite e minerali ferrosi. Sulla via del ritorno, letteralmente stupefacente la vista sulla nordovest della Civetta, la “parete delle pareti”, con i suoi eleganti pilastri verticali a canne d’organo, illuminati al tramonto dalla luce radente del sole.

Dettagli gita

13/10/2013
Escursionistica
da Alleghe, loc. Le Grazie, si sale a Caracòi Cimài.
Vilma Nogarole e Alberto Perolo.
EE (Escursionistica esperti)
ore 6,30; dislivello m 1100.