OBERLAND BERNESE: GRÜNHORN (m 4043), MÖNCH (m 4099) E JUNGFRAU (m 4158)

Torna alle gite

Descrizione

È una piccola “scoperta” che si fa arrivando su una delle alte cime dell’Oberland. Non succede forse su nessun’altra grande montagna delle Alpi, non sul Rosa, non sul Gran Paradiso, su nessuno dei 4000 del Vallese. Così evidente, neanche sul Monte Bianco. La scoperta che dall’altra parte le montagne sono “finite”: dietro una modesta quinta di monti si stendono le pianure. Così i grandi monti del Bernese, che pure non sono i più alti delle Alpi, sono i più esposti alle perturbazioni dell’Atlantico ed anche in anni di scarse precipitazioni la neve cade sempre abbondante e i ghiacciai, ancorché vistosamente in ritiro, mantengono dimensioni imponenti. Gli accessi ai rifugi e l’avvicinamento alle vette sono in genere lunghi e tutt’altro che elementari, ma gli scenari glaciali che si aprono sono tra i più interessanti e grandiosi

Dettagli gita

5 giorni
30/04/2009 -> 04/05/2009
Scialpinistica
Paolo Benvenuti e Riccardo Scalabrin
OSA (OSA)