NELLA FORRA DI SAN ROMEDIO

Torna alle gite

Descrizione

Al culto di San Romedio, l’eremita del IV secolo che secondo la leggenda scese a Trento a rendere omaggio al suo vescovo Vigilio cavalcando l’orso che gli aveva ucciso il cavallo, è dedicato uno dei santuari più suggestivi e, ovviamente, più frequentati del Trentino. Al fondo di una profonda forra, nel silenzio dei boschi, un caotico, affascinante complesso di costruzioni erette nel corso dei secoli si abbarbica all’alto sperone roccioso sul quale visse per lunghi anni e fu infine sepolto il santo eremita.

 Da Sanzeno a San Romedio, lungo il tracciato dell’acquedotto ottocentesco, scavato nella roccia a picco sulla valle e recentemente messo in sicurezza. Rientro per i laghi di Tavón e Còredo.

 

 

                       

 

 

Dettagli gita

05/04/2020
Montagna famiglie
Prealpi trentine – Val di Non
Moreno Catteschi e Alberto Perolo
  550 m
E (Escursionistica)
Poco impegnativa
    4,30 ore

Mezzi propri