MONTE PRIAFORÀ (m 1659)

Torna alle gite

Descrizione

Bella montagna dalla appuntita struttura sommitale situata all’estremità nord orientale del massiccio del Monte Novegno. La cima è preceduta da un gran foro del diametro di 5 metri, donde il toponimo veneto Priaforà, pietra forata; singolare caratteristica che la rende notissima, specie nella conca di Arsiero. Questa montagna rappresentò a lungo il minaccioso avanposto da cui gli autriaci tennero sotto tiro l’intero complesso del Monte Novegno, chiave di volta dell’estremo schieramento italiano nel corso della grande guerra. Fu infatti occupata dia reggimenti dei Kaiserjäger il 30 maggio 1916, nell’ambito della Strafenexpedition, e di lì un’intera divisione imperiale, sostenuta da 264 bocche da fuoco, mosse il 12 giugno con l’obiettivo di sbaragliare le posizioni italiane dei vicinissimi Monte Giove, Passo Campedello, Vaccarese e Monte Novegno. Ma le posizioni italiane resistettero e furono successivamente rinforzate con imponenti opere militari di difesa, fino al termine della guerra, precludendo all’esercito imperiale l’accesso alla pianura veneta. La salita della panoramica cima del Monte Priaforà, si svolge nell’ambito del percorso circolare, conosciuto come “Anello del Novegno”, che offre una serie di visioni, varie ed attraenti, sui vari contrafforti del Novegno, immediatamente a ridosso della pianura veneta

Dettagli gita

14/05/2008
Escursionistica
da Contrà Rossi, raggiunta da Schie e Santa Caterina
Armando Capuzzo e Isabella Bravi
E (Escursionistica)
ore 6,30; m 1040 complessivi