MONTE PIZZOCCO (m 2186)

Torna alle gite

Descrizione

Noto e notevole punto panoramico su Dolomiti, Prealpi e Pianura veneta, l’alta e appuntita cima del Pizzocco domina, inconfondibile, il paesaggio della media Val Belluna.
La salita lungo la via comune, evidente e segnata, pur con la variante che si propone dalla Val Brentàz e Forcella Intrigòs, non presenta particolari difficoltà. Da non sottovalutare tuttavia, sia per il considerevole dislivello che per l’esposizione del tratto finale, su terreno roccioso e friabile. Straordinariamente suggestivo l’ambiente, che nell’ultima parte della salita si fa severo e grandioso, in particolar modo quando ci si affaccia alla Forcella Intrigòs e appare la nascosta parete orientale del Pizzocco, che sprofonda con un salto di oltre ottocento metri sulla Val Falcina, “una delle più solitarie, sconosciute e difficili delle Dolomiti” (Claudio Cima, Dolomiti Meridionali), salita per la prima volta nel 1959 dagli svizzeri H. Weber e A. Schelbert, in 30 ore di arrampicata e due bivacchi in parete.

Dettagli gita

16/10/2011
Escursionistica
da Roèr, frazione di Roncói, raggiunta da Feltre via S. Gregorio nelle Alpi.
Andrea De Togni
EE (Escursionistica esperti)
ore 7 - m 1450