MONTE COMÈR (m 1279)

Torna alle gite

Descrizione

Cima Comèr non è che una modesta elevazione, poco a sud del più alto e imponente Monte Denervo. Però è una meta estremamente panoramica e non difficile da raggiungere seguendo uno dei tanti sentieri che vi salgono un po’ da tutti i versanti. Il toponimo sembrerebbe derivare da gömer, vomero, forse per via del fatto che i pendii nordoccidentali della cima erano un tempo coltivati. A differenza del versante gardesano costituito essenzialmente da un’aspra barriera di rocce calcaree, che domina l’abitato di Gargnano. La nostra escursione sale proprio da quest’ultimo paese, in riva al lago. Raggiunge per antiche mulattiere e da ultimo con un tratto più ripido, ma sempre facile, l’incantevole terrazzino sotto roccia che ospita il piccolo edificio dell’Eremo di San Valentino, del XVII secolo, eretto come ex voto al termine della peste del 1630. Da lì ci si immette nel facile percorso che sale dal paesino di Sasso e lo si segue fino alla vetta. Per la discesa imboccheremo, poco sotto la cima, il Senter del luf (Sentiero del lupo), recentemente ripulito e attrezzato con cordini metallici nei tratti più esposti. Facile e panoramicissimo, soprattutto a prima primavera, quando i fitti boschi di carpini e roverelle sono spogli e tra i rami nudi si aprono splendide viste sul blu del lago e la catena innevata del Monte Baldo

Dettagli gita

01/03/2015
Escursionistica
Wilma Nogarole
EE (Escursionistica esperti)
ore 6,30 dislivello m 1200