MONTE CIVILLINA (m 962)

Torna alle gite

Descrizione

Fin dal medioevo e in particolare sotto il dominio della Serenissima, il Monte Civillina fu un importante centro minerario. Argento e barite, galena e blenda, caolino e manganese: ancor oggi il monte è un importante punto di riferimento per gli studi di geologia. Posto a difesa della Valle dell’Agno e attrezzato con postazioni per cannoni, riservette per le munizioni, una polveriera, ricoveri per artiglieri e fanti, durante la Grande Guerra assunse particolare importanza strategica sulla linea di resistenza ad oltranza. In questi ultimi anni è stato interessato da interventi di recupero delle fortificazioni e delle tracce del conflitto, inserite nel più vasto sistema dell’Ecomuseo all’aperto della Grande Guerra nelle Prealpi Vicentine. Dall’osservatorio allestito sulla vetta si può seguire tutto il fronte di guerra dell’Alto Vicentino: dal Carega al Pasubio, dall’ Altopiano di Asiago al Grappa.