MONT COLMET (m 3024) e MONT CRAMMONT (m 2737) – belvedere in Val d’Aosta

Torna alle gite

Descrizione

La Val de La Thuile, la più breve delle valli laterali della Val d’Aosta, veniva descritta in una delle prime guide turistiche a fine Ottocento come “un vasto campo di escursioni, non tra le più difficili, ma certo tra le più ricche di soddisfazione”, soprattutto per la bellezza delle vedute sui vasti e dolci pendii glaciali del Rutor e sulle rocce e i ghiacciai del tormentato versante italiano del Monte Bianco. Sui due opposti fianchi della valle, due rinomati belvedere. Più lunga e impegnativa la salita al Mont Colmet, con qualche passo di arrampicata appena sotto la vetta. Senza problemi invece il sentiero che raggiunge la sommità erbosa e tondeggiante del Crammont. Sulla cima, venuta in gran moda nella seconda metà dell’Ottocento, il Cai di Aosta costruì nel 1880 il Pavillon de Saussure, oggi ridotto a pochi ruderi. Sei anni più tardi, con guide e portatori vi salirà anche la Regina Margherita.
Una raccomandazione, tratta sempre dalla stessa vecchia guida: “non lasciate a casa il binocolo, vi sembrerà di toccare con mano i ghiacciai del Brouillard e del Freney, il Bianco di Courmayeur, la Brenva e le Grandes Jorasses”.

Dettagli gita

2 giorni
08/10/2011 -> 09/10/2011
Escursionistica
facendo base in un alberghetto in Val de la Thuille
Alberto Perolo
EE (Escursionistica esperti)
1° giorno: ore 7 - m 1100; 2° giorno: ore 6.30 - m 1450