LA VIA DELLA SETE

Torna alle gite

Descrizione

Nell’area collinare alle spalle di Lavis, dove l’Avisio sfocia nella piana dell’Adige ai piedi dei Monti di Giovo e Corona, le viti si spingono oltre i 500 metri e, incuneandosi fin nella stretta parte inferiore della Val di Cembra, creano un tappeto morbido che segue tutte le pieghe delle colline. Su queste deliziose alture, dove il sole picchia sodo anche d’inverno e dove, seguendone tutte le sinuosità, s’arrampicava un tempo l’antica via romana Claudia, sorgono improvvisi, sospesi in vetta a pittoreschi dossi, antichi masi: Laste, S. Donà, Giaz, Grillo, delle Sette Fontane, Rosabel, Nero, Sornello…, zona classica del vino trentino che si salda, verso S. Michele, alla vasta pianura rotaliana. La facile escursione, intervallata da alcune soste nei masi per gustarne i vini (Nosiola, Muller Thurgau, Riesling, Pinot nero), si sviluppa tra le pieghe ondulate di questo mare di viti, al cospetto della solenne vallata dell’Adige, sullo sfondo della Paganella e delle Dolomiti di Brenta ancora imbiancate dalla neve primaverile

Dettagli gita

09/05/2009
Escursionistica
da Lavis, pochi chilometri a nord di Trento
Alberto Marchi, Fabio Veronese e Adriano Sinico
T/E (T/E)
5/6 ore