IL ‘SENTIERO DELLE MINIERE’ A CERRO VERONESE

Torna alle gite

Descrizione

Tranquilla passeggiata di fine stagione tra i boschi di castagno e le contrade che da Cerro Veronese s’affacciano alla Val Squaranto. L’escursione si svolge lungo stradine e sentieri, recentemente segnalati e ripristinati, sulle tracce e i resti delle miniere di lignite e litantrace, combustibili fossili di modesta qualità e scarso valore, che tuttavia hanno rappresentato una risorsa per la ristretta economia di questa parte della montagna veronese per l’intero periodo che va da fine Settecento al termine della seconda guerra mondiale. Le miniere sono formate da gallerie quasi orizzontali, oggi in gran parte inaccessibili, che s’inoltrano nel sottosuolo. L’estrazione veniva fatta esclusivamente a mano; per il trasporto non si utilizzavano sofisticati mezzi meccanici ma solo carriole ed una rudimentale teleferica. Alcuni documenti risalenti alla fine del Settecento ci dicono che certo Cavaliere Rivafinoli inviò operai per fare ricerche sulle montagne del veronese e già gli scritti del professor Giuseppe Vismara attestano che il litantrace veronese era tra i più adatti per l’estrazione del gas da illuminazione

Dettagli gita

11/11/2009
Seniores
dalla piazza di Cerro Veronese
Sergio Capitanio e Renato Castelli
E (Escursionistica)
ore 4,30; m 300