GROTTA DEI PAGANI (m 2224)

Torna alle gite

Descrizione

D’inverno la neve rende più uniforme il paesaggio sul lontano orizzonte, che pure la trasparenza dell’aria lascia frequentemente scoprire. Le vette e le montagne, anche le più famose, sono meno caratteristiche e riconoscibili. Non così il Pizzo della Presolana, enorme blocco di calcare a ridosso delle Alpi Orobie. La sua alta parete meridionale di roccia chiara, nella quale l’apertura della Grotta dei Pagani segna l’attacco della via normale alla cima, la rende facilmente individuabile fin dalla pianura e da gran parte del bacino del Lago d’Iseo. Questa classica escursione scialpinistica conduce nel bel mezzo di tale vertiginosa scogliera, nel gigantesco anfiteatro dolomitico che essa forma col prolungamento dell’antistante Pizzo Corzene. L’itinerario passa in breve dagli ampi e dolci pendii di prati e rado bosco del Passo della Presolana e di Malga Cassinelli alle più ripide coste lungo la Valle dell’Ombra e sotto al Passo di Pozzera. Da qui meriterebbe senz’altro salire alla cima del Pizzo Corzene (m 2196)

Dettagli gita

25/01/2009
Scialpinistica
dal Passo della Presolana (parcheggio dell'Alb. Cristallino)
Corrado Anselmi e Daniele Raffagnini
MS (MS)
ore 3; m 970