GROSSER WAXENSTEIN (m 2276), ZUGSPITZE (m 2962) E ALPSPITZE (m 2628)

Torna alle gite

Descrizione

Con i suoi quasi tremila metri di quota la Zugspitze è la montagna più alta della Germania e anche la cima principale delle Kalkaren Alpen. E così c’è una funivia sul versante bavarese, un’altra sul versante tirolese, e un trenino a cremagliera e un grande hotel in vetta. Però … ci sono modi più interessanti per salirci. La Zugspitze, come anche la vicina piramide sghemba della Alpspitze, offre infatti alcuni itinerari attrezzati che per difficoltà e arditezza hanno pochi confronti tra le ferrate austriache. Non attrezzata invece la salita al Großer Waxenstein, per tracce, su terreno delicato e qualche passo di arrampicata (max II grado). Sono tutti e tre percorsi che oltre alla normale dotazione da ferrata, richiedono anche piccozza e ramponi per il superamento di quello che resta del ghiacciaio della Höllental. Bellissima la gola iniziale, la Höllentalklamm.

Il programma in estrema sintesi.

Dal parcheggio della Alpspitzbahn (m 770) ad Hammersbach, si sale la Höllentalklamm fino alla Höllentalangerhütte (m 1381, 2 h, disl. 600 m, pernottamento). Possibile ascensione al Gr. Waxenstein (m 2276, 3 h, disl. 900). Il secondo giorno, si attraversa la Alpspitz (m 2628, 4 h disl.1250 m) e si rientra alla Höllentalangerhütte (pernottamento). Il terzo giorno si attraversa la Zugspitze, prima per ghiacciaio, quindi per ferrata e con un’altra, più facile, via attrezzata si scende alla Wiener Neustädter Hütte e a Eibsee, a 9 km da Hammersbach (6 h, disl. 1600 m).

Iscrizioni entro giovedì 27 agosto

Dettagli gita

3 giorni
04/09/2020 -> 06/09/2020
Alpinistica
Alpi del Wetterstein – Baviera/Tirolo
Francesco De Boni
Mezzi propri
Completa da alpinismo
Completa da ferrata