GITA VARIATA NELLA META: Monte Cavone/Tschafon allo Sciliar m 1834

Torna alle gite

Descrizione

GITA VARIATA NELLA META: Monte Cavone/Tschafon allo Sciliar m 1834

Domenica 5 settembre ci ritroviamo con le famiglie per una bella gita: il giro del Monte Ciavone/Tschafon allo Sciliar, con  salita alla puntina della Voelsegg Spitze/Monte Balzo (m 1834)
In gran parte coperta da fitti boschi, il Monte Cavone è l’ultima elevazione sud occidentale del Gruppo dello Sciliar. A torto un po’ trascurata, offre alcuni dei più noti e tipici panorami delle Dolomiti: le pallide torri dello Sciliar incombenti sui prati di Fiè, le guglie del Latemar dietro un orlo di nere abetaie, la lunga bastionata occidentale del Catinaccio: cartoline turistiche,  magari un po’ scontate, viste e pubblicate su decine di libri, calendari e riviste, ma che nonostante tutto sanno ancora regalare momenti di stupore e di fascino autentici. Come quando, al tramonto d’una serena giornata, le acque calme d’una piccola pozza d’alpeggio raddoppiano a specchio l’incanto della fioritura delle rose nel giardino di pietra dello sfortunato Re Laurino. Appena sotto il Rifugio Cavone, fatela la breve deviazione dal sentiero! ne vale la pena.

Punto di partenza è Bagni di Lavina Bianca, località a monte di San Cipriano di Tires, dove sono disponibili parcheggi gratuiti.

Il sentiero n.4 A conduce in direzione ovest, lasciando alle spalle le ultime case della frazione. Si prosegue leggermente in salita per la strada forestale che porta al Wuhnleger, un pascolo con uno stagno piccolo, nelle cui acque si rispecchiano le cime del Catinaccio e le Torri del Vajolet.

Sul pendio a nord ha inizio il sentiero n.4 che porta ad un bivio con un crocifisso in legno, dove si imbocca sulla sinistra  un comodo sentiero, con uno  spettacolare panorama sulle cime circostanti e la Val di Tires. L’ultimo tratto di sentiero attraversa un bosco di pino mugo e conduce al rifugio Monte Cavone, a 1.737 m. 

Dal rifugio un sentiero conduce in soli 20 minuti alla vicina cima del Monte Balzo, una sporgenza rocciosa con due terrazzi panoramici dai quali si gode di una vista senza paragoni sul Gruppo del Brenta, i ghiacciai dell’Adamello, il massiccio dell’Ortles, le Alpi dell’Ötztal e dello Stubai, il Catinaccio, il Latemar e Corno Bianco e Corno Nero.

Bella escursione, panoramica, di impegno contenuto e senza reali difficoltà
La quota che raggiungeremo sarà di 1.737 m

Ci troviamo direttamente al punto di ritrovo, alle ore 10.00 al Parcheggio di Bagni di Lavina Bianca (San Cipriano), 26 km (30 min.) da Bolzano
Trovate a questo link le indicazioni per il parcheggio   https://goo.gl/maps/2CVsnNP3qbgij8BX8

Per chi volesse partire insieme da Verona l’appuntamento è alle ore 7.30 al park C dello Stadio

Per iscriversi cliccare sul link:

https://forms.gle/tb4oBSh39qHjaCaK7

Per info scrivere a infamigliapermontagne@gmail.com o telefonare in sede giovedì 2 settembre dalle ore 21 alle ore 22

Dettagli gita

05/09/2021
Montagna famiglie
Dolomiti di Braies
Nicola Cellini
Marco Fraccaroli
870 m
EEA (Escursionistica attrezzata)
Impegnativa
6 ore
Mezzi propri
Le iscrizioni per questa gita sono terminate