DôME DE NEIGE (m 4015), ROCHE FAURIO (m 3730) E MONTAGNE DES AGNEAUX (m 3662)

Torna alle gite

Descrizione

La Barre des Écrins è il “4000” più meridionale delle Alpi e il punto culminante del massiccio dell’Alto Delfinato, ma innanzi tutto “…è una magnifica cima: importante ed imponente senza essere pesante, al contrario: grazie alla sua altezza è libera e aerea; …è uno slancio di ghiaccio verso il cielo…vista da nord non è simile a nessun’altra montagna…Il grande ghiacciaio che ne forma la parete è così bello, così slanciato che non si direbbe scenda verso il Glacier Blanc, ma al contrario, venuto dal basso, pare salga attirato verso la freccia sommitale… e tutto sottolinea il pendio di per sé ripido, la sua altezza, il suo slancio.” “…Bellissima e unica”, parola di un appassionato conoscitore, parola di Gaston Rébuffat! La salita alla sua cima richiede tuttavia qualcosa in più di quanto normalmente rientri in un’attività di gruppo. L’itinerario proposto ci porterà così nel cuore del massiccio, il Glacier Blanc, ai piedi del versante settentrionale della Barre, a salirne alcuni dei più noti belvedere.

Dettagli gita

4 giorni
20/07/2006 -> 23/07/2006
Canyoning
da Briançon si scende in Vallouise per Ailefroide fino al Ref. Cézanne in loc. Pré de Madame Carle.
Marco Righetti e Alberto Perolo.
PD (Alpinistica impegnativa)
1° giorno: ore 5; m 1300. 2° giorno: ore 6,30; m 900. 3° giorno: ore 6; m 550. 4° giorno: ore 8; m 1100.