DALLA VAL FRASELLE A RECOARO MILLE

Torna alle gite

Descrizione

Guardando al Carega dalla città di Verona si nota, sulla destra delle cime più alte, una lunga cresta regolare. Ecco, grossomodo quella è la Catena delle Tre Croci, un sottile crinale che con direzione nordovest-sudest scende a separare le testate delle valli dell’Agno e del Chiampo. Tra la Sella del Campetto e il Passo Ristele, il suo versante al sole è attraversato da un bel tratto della mulattiera di arroccamento che scavalcava tutto il gruppo del Carega, al riparo della linea delle creste. Importante opera realizzata dal Genio militare dopo la sorpresa e la paura della Strafexpedition (1916), assolve in questo tratto la funzione di vera e propria spina dorsale della catena, collegandone le diverse forcelle. Costruita sul tracciato di preesistenti percorsi, è suggestivo pensare che ripercorra l’antica Via Vicentina che collegava Durlo con Ronchi e Ala, attraversando il Carega. Storica via di comunicazione, di cui si occupò puntigliosamente Cangrande, ma che non pochi studiosi hanno creduto riconoscere come un tracciato d’epoca romana. È anche il tratto più suggestivo di questa piacevole traversata tra Alto Veronese e Vicentino, nei boschi che si colorano ormai dei colori dell’autunno.

Dettagli gita

12/10/2014
Escursionistica
ORNELLA GHIRELLI e ZOE BRESSAN
E (Escursionistica)
ore 6,30 - m 900