DAL MONTE TAMARO (m 1961) al MONTE LEMA (m 1620)

Torna alle gite

Descrizione

L’alta piramide del Monte Tàmaro, verde di pascoli alle quote maggiori e fresca di estesi boschi di latifoglie più in basso, è il più alto dei rilievi che si innalzano dalla sponda orientale del Lago Maggiore. La sua vetta è uno splendido punto panoramico sulle Prealpi Lombarde, sulle montagne del Canton Ticino e dell’Alto Piemonte. Poco sotto la vetta, all’Alpe Foppa, l’insolita e suggestiva cappella di Santa Maria degli Angeli dell’architetto svizzero Mario Botta, protesa sul vuoto della valle. Verso sud, a separare le vallate italiane del Lago Maggiore da quelle ticinesi del Malcantone e del Lago di Lugano, si distende un lungo crinale di prati fino al Monte Lema. Per la bellezza delle vedute sui due laghi e per la semplicità dell’escursione, ulteriormente agevolata dalla presenza di due seggiovie, una in salita alla prima cima e l’altra in discesa dalla seconda, collegate fra loro da un servizio di pullman, la traversata Tàmaro-Lema è sicuramente uno degli itinerari più frequentati del Canton Ticino. È poco più di una passeggiata, è vero, e in località che da Verona non è rapido raggiungere, ma sicuramente è uno di quei posti che merita conoscere. Indispensabile però una giornata limpida.

Dettagli gita

14/05/2011
Escursionistica
dall'Alpe Foppa, che si raggiunge con la seggiovia da Rivera, 42 km dal confine di Chiasso
Lia Provolo e Alberto Marchi
E (Escursionistica)
ore 6; m 650