DA MUSLONE A TIGNALE

Torna alle gite

Descrizione

L’itinerario corre alto a balcone sulla sponda bresciana del lago, tra i paesini ancora integri di Muslone e Piòvere, lungo terrazzi e viottoli delimitati da muretti a secco. Poi attraversa un torrente con belle cascatelle e infine, sempre con vista panoramica sul lago e la catena del Baldo, si conclude spettacolarmente al Santuario della Madonna di Montecastello, costruito nel XIII secolo, alto sulla rupe a precipizio sul lago. All’interno del Santuario è custodito un curioso ex voto che pare essere il più grande d’Italia: una tela del ‘600 raffigurante lo scontro nel quale fu ucciso nei pressi di Tignale, il 17 agosto 1617, il leggendario brigante locale Giovanni Beatrice da Gargnano, detto Zanon, ma conosciuto in tutta la riviera gardesana con l’appellativo di Zanzanù, figura simbolo del fenomeno del banditismo che in quell’epoca afflisse la sponda bresciana del lago come pure l’intera penisola italiana.

Dettagli gita

11/04/2007
Escursionistica
da Muslone, 4 km da Gargnano
Franco Zanoni e Carlo Grazian
E (Escursionistica)
ore 4,30; m 350