DA KATHARINABERG A NATURNS

Torna alle gite

Descrizione

Percorrendo quel tratto dell’Alta Via di Merano che da Katharinaberg in Schnalsertal (Val Senales) scende a Naturns (Naturno), si traversano lungamente le coste al sole della bassa Val Venosta, il Sonnenberg. Belle vedute sulla valle e su un lontano orizzonte, che va dall’Ortles alle Dolomiti. Si toccano alcuni dei masi più alti del Sudtirolo, ultimi avamposti abitati al limite delle alte quote. Certo, non sono più quelli del 1972, quelli che visitò il giornalista trentino Aldo Gorfer e che descrisse poi nel bellissimo libro Gli eredi della solitudine (è un invito a ri/leggerselo; splendide foto in b/n di Flavio Faganello): isolati, a ore di cammino dal primo paese e dalla civiltà, privi di ogni collegamento con il fondovalle, abitati da povere famiglie, condannate ad una pura economia di sussistenza. Gorfer faceva parlare la gente, raccoglieva storie di uomini e donne fermi nel tempo, ancorati a vecchie tradizioni, alla loro terra, a una semplice religiosità venata di superstizione. Era l’altro ieri. Poco più di quarant’anni fa. Sono bastate le strade, che ormai raggiungono anche gli ultimi masi, a rompere l’isolamento. Forse anche la solitudine.