CORNO BATTISTI (m 1760)

Torna alle gite

Descrizione

 Il Monte Corno di Vallarsa “è” la montagna di Cesare Battisti, dove egli fu catturato durante un assalto il 10 luglio 1916. Tanto sua da averne mutato nome. I sentieri che lo raggiungono sono numerosi e tutti risalgono al tempo della grande guerra o comunque in quegli anni furono adattati alle nuove esigenze militari. Quelli più spettacolari e significativi da un punto di vista storico risalgono il fianco occidentale della montagna partendo dai paesi di Valmorbia e Anghèbeni. Sono però lunghi e richiedono un buon impegno e un minimo di esperienza, percorrendo un versante ripido e scosceso.

Nel 90° anniversario di fondazione della nostra sezione non potevamo non ritornare sul Corno, una meta che abbiamo raggiunto decine di volte nel corso delle nostre gite e ci ha visto presenti ad ogni ricorrenza importante della nostra vita associativa. Lo facciamo proponendo un itinerario meno impegnativo e adatto a tutti. Non per questo meno piacevole. Partendo da Malga Chéserle si percorre uno degli angoli più tranquilli ed appartati del massiccio del Pasubio. Al ritorno merita sicuramente, anche per il modesto impegno richiesto, raggiungere la cima del Monte Spil, aperta a un più ampio giro d’orizzonte. Si farà ritorno a Malga Chéserle o direttamente per stradina forestale o, meglio ancora, per Malga Monticello lungo la tranquilla dorsale meridionale.

Dettagli gita

05/06/2013
Seniores
da Malga Chéserle, raggiunta per strada bianca dall’abitato di Giazzera.
Gianni Accordini e Adelino Crema.
E (Escursionistica)
ore 4; dislivello m 400.