CIMA PRESANELLA (m 3558)

Torna alle gite

Descrizione

Sicuramente per il suo largo panorama circolare, con belle vedute sul ripiano ghiacciato dell’Adamello e sui vicini gruppi dell’Ortles e del Brenta, ma forse anche solo perché si tratta della montagna più alta interamente inclusa in territorio trentino, Cima Presanella è una delle mete più note e frequentate della provincia. Da oltre un secolo, da quando cioè furono realizzati i due rifugi, quello a nordovest della cima, il Francesco Denza, e quello a sudest, il Giovanni Segantini, sono due le vie normali alla vetta. Interamente glaciale la prima, sulle tracce dei primi salitori. Di misto, fra roccette e residue vedrette la seconda. Il forte abbassamento dei ghiacciai degli ultimi decenni sta un po’ cambiato le cose. Per qualche tempo, chiuso il passaggio del Passo di Monte Nero per i frequenti crolli, la via più facile, se non l’unica, era la via da ovest per la Sella di Freshfield. Ora che anche questa si è fatta più ripida e tecnica, la recente (2012) attrezzatura della dorsale di Monte Nero ha di fatto riaperto e facilitato la via dal Rifugio Segantini, tanto da farne l’accesso consigliato alla cima.

Dettagli gita

2 giorni
02/07/2016 -> 03/07/2016
Canyoning
Una sorta di “via ferrata” mette in sicurezza i passaggi più ripidi nel superamento della cresta di Monte Nero. Il resto è una non difficile progressione su sfasciumi, roccette e residui campi di neve. Richiede tuttavia attrezzatura completa da alpinismo. Nel complesso una facile ascensione ad una montagna alta, bella e giustamente famosa. La brevità dell'accesso al rifugio lascia tutto il tempo, nel pomeriggio del sabato, per una piacevole e panoramica escursione al Lago Nero.
Angelo Mazzi e Alberto Perolo
F (Alpinistica)
ore 1,15 + 8,30 disl. m 250 + 1200