CIMA PALON (m 2232) lungo il “Sentiero Pasquale Baglioni”

Torna alle gite

Descrizione

Ideale escursione autunnale con belle vedute sul versante settentrionale del Carega, sulla selvaggia Val delle Prigioni e, guadagnando quota, sul Monte Baldo e i più lontani massicci dell’Adamello, Presanella e Dolomiti di Brenta.
La parte più interessante dell’itinerario percorre il primo tratto dell’ardita mulattiera d’arroccamento, progettata dal maggiore del Genio ing. Pasquale Baglioni, nel secondo anno della grande guerra. Collegava direttamente le precarie prime linee italiane, disposte intorno a Sella Cosmagnon, alle posizioni di seconda linea della Vallarsa, permettendo un rapido afflusso di uomini e rifornimenti.
È uno dei percorsi più suggestivi per salire all’acrocoro sommitale del Pasubio, ma anche uno dei meno noti e frequentati. Forse perché la struttura del terreno, l’abbandono, quasi da subito, e l’inesorabile usura del tempo ne avevano reso precario e insidioso il passaggio. Negli ultimi decenni un primo, impegnativo intervento del Gruppo Escursionistico Vicentino e successivamente quello della SAT di Rovereto l’hanno reso nuovamente percorribile, con brevi tratti assicurati da corde fisse e fittoni metallici. La mulattiera, raggiunta la Sella di Cosmagnon, si spingeva fino ai defilati Roccioni della Lora e alle posizioni dei Sogi. Noi proseguiremo invece per Cima Palon, punto culminante del Pasubio, per ritornare al Pian delle Fugazze lungo la profonda Val Canale

Dettagli gita

22/10/2011
Escursionistica
da Pian delle Fugazze, 27 km da Rovereto risalendo la Vallarsa
Wilma Nogarole
EE (Escursionistica esperti)
ore 6 - m 1150