CIMA LIBERA/WILDER FREIGER (m. 3419)

Torna alle gite

Descrizione

Nell’agosto del 1894 la sezione di Hannover dell’Alpenverein inaugurò il nuovo "Kaiserin Elisabeth Haus", il rifugio più alto dell’Alto Adige, in splendida posizione sullo scoglio roccioso del Bicchiere. Già l’anno dopo vi salirono più di settecento "turisti" accompagnati da cinquecento guide!
Forse da allora, quello che oggi si chiama Rifugio Biasi e da oltre settant’anni è affidato alla gestione della Sezione di Verona del Cai, fatte le debite proporzioni, una simile affluenza non l’ha più vista, neanche in tempi di crescente frequentazione della montagna. Eppure, la vastità dell’ambiente glaciale, la relativa facilità delle cime che fanno corona alla Vedretta di Malavalle, la confortevole accoglienza dei rifugi lungo il percorso della Val Ridanna meriterebbero ben altre attenzioni.
La salita al rifugio, lungo un itinerario, ormai al margine della vedretta, libero dal ghiaccio e aperto ad ogni escursionista appena un po’ allenato, è normalmente completata con la salita per la cresta sud, di blocchi e roccette, alla panoramica croce di vetta di Cima Libera.

Dettagli gita

2 giorni
15/08/2009 -> 16/08/2009
Escursionistica
dal parcheggio di Masseria, alla testata della Val Ridanna
Carlo Grazian e Natalino Renso
EE (Escursionistica esperti)
1° giorno: ore 4,30 e 1300 m. 2° giorno: ore 8,30 e 850 m.