CIMA JURIBRUTTO (m 2697)

Torna alle gite

Descrizione

Tra le colorate dolomie delle Pale di San Martino e i grigi calcari della Marmolada si insinua la breve dorsale di scure rocce porfiriche del Lusia-Cima Bocche, molto simile geologicamente alla vicina catena del Lagorai. A questa l’accomunano inoltre la morfologia dell’ambiente, con ampi prati e sterminate distese di boschi di conifere, e le vicende storiche legate alla grande guerra. La posizione dominante sulle valli di San Pellegrino e del Travignolo ne fecero infatti il teatro di durissimi scontri. Migliaia di fanti della Brigata Tevere furono sacrificati in inutili assalti frontali all’imprendibile caposaldo austriaco di Cima Bocche. Tutta la zona attraversata dall’itinerario dell’escursione che dal Col Margherita raggiunge Cima Juribrutto è costellata di postazioni militari, trincee e ricoveri in caverna. Anche la discesa al Passo di San Pellegrino segue tratti di belle mulattiere realizzate nei primi due anni di guerra. Dalla cima e lungo tutto l’aereo crinale del Col Margherita si aprono bellissime vedute sul settore settentrionale delle Pale, sull’infilata di cime del Lagorai e sulle Dolomiti di Fassa, un po’ più discoste.

Dettagli gita

13/08/2014
Seniores
Vanio Piva e Giuseppe Salpari
E (Escursionistica)
ore 5 - m 300 in salita e 800 in discesa