CIMA DELLE VACCHE (m 2058)

Torna alle gite

Descrizione

Forse, salendo d’inverno verso località più famose e frequentate delle Dolomiti orientali, sarà capitato di notare quella catena di monti che s’alza ad est, sopra i boschi che circondano il Lago di Santa Croce. Magari sorprendendosi del notevole innevamento. In effetti, le precipitazioni nevose sulle cime dell’Alpago sono mediamente più abbondanti che in Dolomiti, anche in questi anni poveri di neve e spesso, per la quota e l’influenza della vicina pianura, gli itinerari sono agibili prima. Così, già ad inizio stagione la Cima delle Vacche, anticima meridionale del Monte Castelat, raggiunta dai prati e boschi delle malghe Col Indes, Pian Grande e Manteo lungo l’aperto crinale di Costa Schenon, regala una bella discesa su pendii di sicura soddisfazione. Nelle giornate limpide sorprende la vista del mare e della non lontana laguna veneta.

Dettagli gita

31/01/2009
Scialpinistica
da Malga di Pian Grande (m 1211)
Paolo Gazzi e Daniele Raffagnini.
BS (BS)
ore 3; m 970