CIMA DELLA VEZZANA (m 3192)

Torna alle gite

Descrizione

Impegnativa escursione in ambiente severo e grandioso, da non sottovalutare anche se l’utilizzo degli impianti di risalita  fin sopra il Rifugio Rosetta riduce non poco l’impegno richiesto. Per questo motivo si è scelto di  proporre due gruppi, in base a capacità ed esigenze dei partecipanti.

Dal rifugio si scende per ripido vallone al Pian dei Cantoni (m 2313), lo si attraversa e si risale quindi l’omonima valle fino al Passo del Travignolo (m 2925) dove termina la salita del gruppo B. L’ambiente è spettacolare e selvaggio, alcuni tratti della salita sono decisamente molto ripidi.Il gruppo A prosegue superando un altro ripido pendio fino ad una spalla rocciosa (m 3050) da dove risale, sci in spalla, al pianoro soprastante. Da qui, rimessi gli sci, rapidamente alla cima. La discesa segue inizialmente la traccia di salita per poi imboccare uno stretto e ripido canale (35°/40°) che si affaccia sul Passo del Travignolo, dove si raggiunge il Gruppo B. Riuniti i due gruppi, si prosegue fino al Passo della Rosetta. Per ripidi ed esposti passaggi si cala alla stazione a monte  della cabinovia Col Verde e su comode piste a San Martino di Castrozza.

Dettagli gita

27/03/2011
Scialpinistica
da San Martino di Castrozza in cabinovia al Rifugio Rosetta (m 2636)
Corrado Anselmi e Stefano dai Pré
BSA (BSA)
gruppo A: dislivello m 1300 salita e m 2500 discesa - gruppo B: dislivello m 1070 salita e m 2300 discesa. Esposizione: Nord, este, ovest