BECCA DI GAY (m 3621) e TESTA DI MONEY (m 3572)

Torna alle gite

Descrizione

La Valle dell’Orco scende per più di cinquanta chilometri dal Col del Nivolet alle colline del Canavese. Di fatto chiude a sud il gruppo del Gran Paradiso. Dalla media valle, all’altezza di Rosone, dirama verso nord il selvaggio vallone di Piantonetto. È l’ingresso a un mondo di pietra, irto di guglie e pareti, a prima vista impraticabile allo sciatore alpinista. In realtà basta arrivare al Rifugio Pontese e alla Piana delle Muande, privilegiato belvedere su cime quali il Becco Meridionale della Tribolazione, la Becca di Gay, la Testa di Money e il Gran San Pietro, per scoprirne non poche ed interessanti possibilità. Fra le altre ne proponiamo due, raggiunte da itinerari di grande soddisfazione e buon impegno fisico e tecnico. Il primo sale l’imponente piramide della Becca di Gay, apparentemente inaccessibile. Dal Ghiacciaio della Roccia Viva si supera, eventualmente a piedi, un ripido canale e il piccolo ghiacciaio pensile che si innalza fino quasi alla vetta. Il secondo itinerario percorre interamente lo stesso Ghiacciaio di Roccia Viva fino al Colle della Pazienza e con un ultimo, ripido pendio raggiunge la Testa di Money.