ANTICHI SENTIERI E NUOVE FERRATE DEL FINALESE

Torna alle gite

Descrizione

 Già il programma del primo dei tre giorni previsti sulle scogliere e le cime del Ponente ligure giustificherebbe il viaggio. Finalborgo, cuore antico di Finale, con il suo originario nucleo medievale chiuso in un’intatta cerchia di mura quattrocentesche, due grotte di rara bellezza, la  Grotta dell’Edera e l’enorme Grotta della Pollera (indispensabile una torcia), la camminata al piede delle alte e colorate scogliere che negli ultimi decenni hanno reso famosa la zona nel mondo dell’arrampicata e i panorami letteralmente mozzafiato del Bric del Frate: ce n’è davvero abbastanza per una giornata sola.

Poi, negli altri due giorni, due divertenti ferrate, non lunghe ma con passaggi difficili, verticali o strapiombanti. L’una la Ferrata degli Artisti al Bric Agnellino (con i suoi 1335 metri la seconda cima delle Alpi Liguri nel tratto compreso tra Albenga e il Colle di Cadibona), decorata dalle pitture rupestri di Mario Nebiolo, alpinista con la passione per l’arte. L’altra la Ferrata Deanna Orlandini alle cime della Biurca e della Carrega do Diao, panoramicissimo percorso, prevalentemente di cresta ma con qualche tratto strapiombante.

A chi eventualmente non volesse affrontare le ferrate, potranno essere proposte delle escursioni alternative. Per ragioni organizzative è necessario iscriversi per tempo.

Dettagli gita

3 giorni
07/06/2013 -> 09/06/2013
Escursionistica
da Finale Ligure (20 km oltre Savona), con base in un hotel.
Gianni Bruno e Alberto Perolo.
EEA/F (EEA/F)