AL PASSO DEL CERBIOLO

Torna alle gite

Descrizione

Sul versante del Monte Baldo che si affaccia sulla Val d’Adige, la breve sella del Passo del Cerbiolo, tra la vicina vetta del monte omonimo e la più alta Cima delle Redutte, segna da sempre una demarcazione. Forse non solo amministrativa o politica. Fu confine tra la Casa d’Austria e la Repubblica Serenissima, e poi con il Regno d’Italia. Lo marcano i cippi di Maria Teresa e del Doge Loredan del 1754 e le inutilizzate e semisepolte trincee della linea di “resistenza ad oltranza” della Grande Guerra. Vi si scontrarono truppe Piemontesi e Austriache nel corso della Prima Guerra d’Indipendenza, così come una compagnia di Schützen trentini con i Francesi di Napoleone nel corso della Campagna d’Italia, nel 1796. Ancora oggi è confine di regione. Ma forse, e in maniera quasi impercettibile, segna anche uno stacco tra due mondi, contigui, simili e diversi. Lo si indovina nel cambio del paesaggio, nel bosco che succede ai pascoli, nella diversa struttura delle malghe.

Dettagli gita

26/10/2016
Seniores
Giuseppe Golia e Vanio Piva
E (Escursionistica)
ore 4,30 disl. m 450