AL LAGHISOL E AI ALGHI DI VALBONA

Torna alle gite

Descrizione

Pur confinando con alcune delle zone turisticamente più sviluppate del Trentino, le valli che dalla lunga costiera del Breguzzo, dorsale sudorientale del gruppo dell’Adamello, scendono verso la “busa” di Tione hanno conservato il fascino discreto di un ambiente alpino integro e solitario. Venute meno le ragioni legate all’economia del bosco e del pascolo, molte malghe, in genere quelle più alte e difficili da raggiungere e però fino a qualche decennio fa regolarmente abitate e monticate, sono cadute in abbandono. Spopolata di pastori, malghesi, pecore e mucche la montagna è tornata ad essere, nel suo antico silenzio, il regno di lepri, pernici e camosci.
Alta sulla Val di Breguzzo e per lunga parte pianeggiante, l’escursione proposta corre tra le vecchie malghe del versante al sole, ripido e verde di prati, della dorsale rocciosa che dal Creper di Stracciola scende al Monte Cengledino (o Campo Antico, sulle vecchie carte). Raggiunta la piccola pozza del Laghisol e i Laghi di Valbona, posti su un breve terrazzo prativo appena al di là della Bocchetta di Valsorda, il ritorno si farà lungo l’aereo filo di cresta. Da un lato, a comporre il panorama di un vasto orizzonte, la maestosa piramide del Carè Alto e le Dolomiti di Brenta, sull’altro le Alpi di Ledro e la lontana catena del Monte Baldo

Dettagli gita

11/06/2011
Escursionistica
da località Sole (o Monte di Tione)
Cesare e Silvio Caliari
EE (Escursionistica esperti)
ore 6.30; m 950