A CIMA CHEGUL (m 1258) CON LA FERRATA GIORDANO BERTOTTI

Torna alle gite

Descrizione

Rocciosa e isolata, al termine settentrionale della cresta del Monte Marzola la modesta elevazione del Chegùl condivide con le altre cime che circondano la conca di Trento il privilegio di un panorama inaspettatamente vasto, nonostante la quota quasi collinare. E come tutte queste montagne faceva parte dell’imponente cintura di fortificazioni che difendeva la città. Sul Chegùl si trovava una importante base di artiglieria, a chiudere gli accessi dalla Valsugana. La ferrata G.Bertotti è facile, breve, adatta ad un primo approccio a questo tipo di percorsi. Anche se praticamente alla periferia della città, l’ambiente che attraversa è solitario e selvaggio, tra boschi e arditi torrioni rocciosi, dal carattere quasi dolomitico.