Escursione ai bastioni di Franz Von Scholl con accesso ai bastioni di S. Bernardino e S. Spirito, sabato 4 maggio in compagnia di Enrico Scognamillo, esperto di architettura militare

Presentazione del volume Grande Albero – a cura di Giuliano Lazzarin
16 Aprile 2024
5×1000 dona per il progetto Joelette – una montagna senza ostacoli
27 Aprile 2024


Escursione ai bastioni di San Bernardino e santo spirito in compagnia di Enrico Scognamillo, Presidente dell’Associazione Architettura Militare Sanmicheliana.

Sabato 4 Maggio 2024, ritrovo ore 10,00 davanti a Porta Palio lato esterno alla città storica.

L’escursione parte da Porta Palio.
Dopo un breve inquadramento della Porta sotto il profilo storico ed artistico si passerà alla visita dei Bastioni Asburgici di San Bernardino e Santo Spirito. Tali bastioni fanno parte della cinta magistrale absburgica eretta nel periodo compreso fra il 1835 ed il 1840 sulla preesistente cinta sanmicheliana demolita dai francesi agli inizi dell’800. A sua volta la cinta sanmicheliana insisteva sul perimetro della precedente cinta scaligera di Cangrande a conferma, come sancito dall’Unesco, che la città di Verona è un atlante a cielo aperto di architettura militare che compendia secoli, per non dire millenni, qualora si considerino anche le mura romane, di storia dell’arte militare.
La peculiarità della cinta absburgica, particolarità che verrà particolarmente evidenziata durante l’escursione è quella di essere, a differenza delle precedenti, deputate a svolgere una funzione di mero sbarramento ovvero esclusivamente difensiva, una cinta difensiva a ritorni offensivi ovvero una cinta la cui funzione non si esaurisce nel limitarsi ad ostacolare il nemico ma bensì a consentire agli assediati la possibilità di effettuare sortite offensive ovvero di contrattaccare il nemico.
La nuova concezione della guerra, dopo le campagne napoleoniche di cui gli austriaci dopo averne fatto, per diretta esperienza le spese, avevano fatto “tesoro” era stata improntata al principio che il generale corso aveva tradotto in uno dei suoi più celebri aforismi ovvero “la miglior difesa è l’attacco”.
Tale principio viene applicato da Franz Von Scholl, il grande fortificatore austriaco responsabile delle fortificazioni veronesi, nel rifacimento della cinta magistrale absburgica.
Franz, nell’applicazione di tale principio dimostra grande originalità ed altrettanto eclettismo. Non esita infatti a ricorrere a elementi eterogenei mutuati da altre scuole e teorie fortificatorie quali, a titolo di esempio, il muro distaccato dal Terrapieno, cosiddetto muro alla “Carnot” e l’applicazione di una caponiera casamattata sul saliente del bastione, elemento, quest’ultimo, tratto dal repertorio fortificatorio del Montalambert.
Il risultato è un autentico capolavoro di architettura militare in cui, in originale sintesi vengono ad essere riassunti i migliori risultati dell’arte nonché i più aggiornati ed efficienti sistemi difensivi con particolare cura e riferimento a quello del defilamento applicato da Franz Von Scholl con magistrale capacità. Il tutto esaltato dallo splendido paramento murario dell’opus poligonale che alla solidità costruttiva unisce un’impareggiabile armonia geometrica.
Tutto questo e molto altro verrà illustrato nel corso dell’escursione.

CONSIGLI
Si raccomanda abbigliamento comodo e scarpe sportive munite di buona suola.

Per motivi organizzativi vi chiediamo cortesemente di iscrivervi qui